Cosa vedere ad Arcugnano in un giorno: itinerario tra arte e natura

Il Veneto non è solo Venezia e Verona, i Colli Euganei e località di mare come Jesolo.

A pochi chilometri dal centro di Vicenza, c’è un paese di circa 8000 abitanti, abbracciato dai Colli Berici: è Arcugnano

Il nostro comune è la destinazione perfetta per chi vuole immergersi nella natura, ma non solo: dal 2014 ad oggi siamo diventati anche un punto di riferimento nazionale per gli appassionati d’arte urbana. Qui condividiamo un itinerario perfetto per una gita fuori porta, da fare a piedi o in bici, con bambini e animali domestici!

Il progetto ARCU: le opere di street art da non perdere

Arcugnano è un territorio diffuso, composto da numerose frazioni.

Qual è il modo migliora per collegarle tra loro?

Attraverso l’arte contemporanea!

Nel 2014 il Comune, in collaborazione con l’associazione Jeos, ha deciso di investire su opere di arte pubblica che sono diventate il fil rouge della visita al territorio.

Oltre 20 artisti, provenienti da diversi parti del mondo, sono intervenuti sui muri di scuole e palestra, ma anche edifici privati, realizzando opere che hanno donato alla comunità e a chiunque desideri fruirne. Alcuni degli artisti più conosciuti che abbiamo avuto il piacere di ospitare ad Arcugnano, sono:

  • Okuda San Miguel
  • Mantra
  • Bart Smeets
  • Jason Naylor
  • Luis Gomez de Teran
  • Hope
  • Liqen
  • Remed

Il progetto ARCU, Articolazioni Creative Urbane, è fruibile 24 ore su 24 e tutti i giorni dell’anno.

Per visitare e scoprire la storia delle opere, sul nostro sito, puoi scaricare una guida pdf o consultare le audio guide!

La magia del Lago Fimon

Il lago di Fimon si trova ad Arcugnano, tra le frazioni di Pianezze e Lapio, e rappresenta un ecosistema di pregio per l’ampia biodiversità della fauna ittica. Per questo è stata inserita nella “Rete Natura 2000” dell’Unione Europea e classificata come Sito di Interesse Comunitario e Zona Speciale di Conservazione, insieme al comprensorio dei Colli Berici.

Ma questo lago è conosciuto anche per l’interesse archeologico della zona di Fimon, a seguito dei ritrovamenti di resti di insediamenti risalenti al neolitico e all’età del bronzo. Pioniere nell’analisi e nella catalogazione dei resti archeologici provenienti dalla zona fu il naturalista vicentino Paolo Lioy.

Oggi il lago di Fimon è un punto di riferimento per chi vuole praticare escursioni, come meta ideale per gite naturalistiche nel territorio vicentino.

Trekking ed escursioni ad Arcugnano

Fare escursionismo nei dintorni di Arcugnano è uno dei modi migliori per vivere la natura. 

Ecco quali sono 3 itinerari da non perdere:

  • da Lapio l’itinerario ad anello del Lago di Fimon che è facilmente percorribile e adatto ad ogni livello di difficoltà (durata di circa 2 ore);
  • da San Giovanni in monte l’itinerario ad anello della Valle dei Molini che è è un percorso escursionistico intermedio, ma adatto a tutte le persone (durata di circa 4.40 ore);
  • da Tormeno l’itinerario ad anello del Lago di Fimon che è facilmente percorribile e adatto ad ogni livello di difficoltà (durata di circa 2,30 ore).

Dove mangiare ad Arcugnano

Arcugnano, nonostante le piccole dimensioni, offre un’ampia proposta di ristoranti e agriturismi in cui assaggiare gli ottimi piatti tipici della tradizione, come i risi e bisi.